CORSO TRIENNALE DI PSICOMOTRICITA’

La psicomotricità educativa può rivelarsi utile per tutti i bambini, perché migliora la fiducia in sé stessi e negli altri, oltre alla capacità di comunicare.

Destinatari

Il corso triennale di psicomotricità si rivolge a tutte le persone interessate all’acquisizione di strumenti di intervento psicomotorio. E’ richiesto il possesso del Diploma di scuola superiore.

Sbocchi professionali

  • Libera professione:
  • Interventi individuali o di gruppo in studio.
  • Progettazione ed attuazione di interventi in gruppi classe.
  • Consulenze per insegnanti e genitori.
  • Seminari divulgativi.
  • Collaborazioni con altre figure professionali come logopedisti, neuropsichiatri, psicologi, medici di base, ecc.
  • Partecipazione a concorsi pubblici o privati.

Inizio: 6 ottobre 2018

Durata: 2.400 ore

Sviluppo del corso

1)Incontro: incontro di presentazione e discussione del programma.
2)Area di formazione personale: è un percorso che ha lo scopo di approfondire la conoscenza di sé e di sé nella relazione con l’altro, attraverso attività di riflessione ed esperienze che richiamano i vissuti tonico-emozionali.
Obiettivi specifici della formazione personale:
– fare esperienza del corpo come mezzo di espressione e relazione
– far emergere le proprie emozioni ed acquisire gli strumenti necessari per poterle padroneggiare  nella relazione
– favorire la capacità di ascolto empatico e la conoscenza dell’altro mediante l’osservazione e la lettura del linguaggio non verbale
Sono previsti n.08 stages che si svilupperanno in gruppo e attività individuali
3)Area di formazione teorica: è finalizzata alla conoscenza e all’approfondimento delle basi teoriche della Psicomotricità e delle discipline ad essa collegate quali: Neuropsicologia, Pedagogia, Psicologia sociale, con particolare riferimento alle dinamiche di gruppo, Psicologia dello sviluppo, Psicopatologia, Psicologia dell’osservazione, Antropologia Culturale, Neuropsichiatria infantile, Elementi di Etnopsichiatria.
Di seguito si indicano gli ambiti di studio trattati nel percorso formativo:
-Fra normalità e patologia. Il bambino, aree dello sviluppo: Neuromotorio, Cognitivo, Affettivo/ relazionale, Psicomotorio, Sociale.
-Storia ed epistemologia della Psicomotricità, con particolare riferimento al metodo Aucouturier;
– Le diverse impostazioni metodologiche della Psicomotricità negli ambiti della prevenzione, educazione, aiuto e terapia: i principi, le finalità, i contenuti, le metodologie psicomotorie in Italia e all’estero;
– Il gioco del bambino nelle diverse età dello sviluppo
– La lettura del disegno.
– La Presa in carico: colloqui con i genitori o con gli insegnanti o con gli educatori
– Le influenze sull’intervento psicomotorio dei contesti, delle provenienze culturali e delle dinamiche gruppali
– La relazione d’aiuto declinata nei suoi aspetti psicologici e pedagogici
– La gestione delle relazioni con le famiglie, le istituzioni scolastiche e socio-sanitarie;
– La relazione con il cliente: la promozione, la progettazione e la restituzione scritta ed orale e la remunerazione.
Sono previsti n. 20 seminari teorici.
4)Area di formazione pratica; si divide in tre momenti:
a) la preparazione teorica all’intervento con l’utente; si tratta di una fase preliminare che prevede la trattazione de:
– l’osservazione del bambino nel suo contesto scolastico;
– l’osservazione nella seduta psicomotoria: modalità di osservazione, uso dei parametri psicomotori per l’osservazione;
– la seduta di psicomotricità: l’atteggiamento dello psicomotricista e il suo sistema d’attitudine;
– la conduzione della seduta: i momenti iniziale e finale, lo spazio, il tempo, i materiali, le attività;
– l’impostazione del colloquio con gli insegnanti dei bambini e/o gli operatori dei servizi;
– l’impostazione e la conduzione degli incontri con le famiglie;
– la gestione della fase progettuale, iniziale e conclusiva di un intervento.
b) L’intervento diretto: ogni anno gli allievi dovranno partecipare ad un intero percorso di sedute psicomotorie dove è previsto un incremento del coinvolgimento attivo: dapprima come osservatori su campo, in seguito come co-conduttori ed infine come conduttori.
Le esperienze di tirocinio guidato vengono effettuate da ogni allievo prevalentemente presso i laboratori condotti da psicomotricisti convenzionati con l’Associazione Il Faro, oppure direttamente nelle scuole dell’infanzia o primarie di primo grado.
c) La fase di rielaborazione in aula delle esperienze; l’analisi delle esperienze viene condotta:
– in aula attraverso seminari di supervisione in cui, anche grazie all’uso del videotape, è possibile un’approfondita lettura dell’espressività psicomotorie e dei contenuti delle sedute;
– individualmente attraverso la compilazione di griglie di osservazione e di elaborati scritti.
Sono previsti n. 02 seminari introduttivi e di approfondimento dei temi dell’esperienza di tirocinio;
5)Tirocinio: partecipazione ad un percorso che preveda almeno 10 sedute di psicomotricità. A ciascuna seduta seguirà dapprima la relativa rielaborazione individuale con lo psicomotricista e successivamente la produzione di un elaborato che verrà sottoposto al proprio supervisore, il quale produrrà restituzioni per iscritto.N.02 seminari sull’analisi in gruppo degli elaborati e dei video dei tirocini
6)Divisione ore (grafico)
7)Durata e frequenza: l corso ha una durata di 2.400 ore suddivise in tre anni, costituite da lezioni teoriche, osservazioni su campo, tirocinio guidato, relazioni, tesine e tesi finale. Le lezioni teorico-pratiche si articolano in 20 week-end all’anno da 11 ore ciascuno. Sono ammesse assenze solo per il 20% delle ore previste. Ogni anno inizia ad ottobre e si conclude a settembre dell’anno successivo. Il corso si svilupperà in due fine settimana al mese, da ottobre a dicembre e da gennaio a luglio

Condizioni per l’ammissione

Il candidato per essere ammesso al corso deve:

  • aver conseguito diploma di Scuola Secondaria di Secondo Grado
  • aver presentato il Curriculum Vitae con allegate una fototessera e le fotocopie dei diplomi e degli attestati dichiarati
  • aver superato la fase di selezione (la fase di selezione consiste nella somministrazione di un questionario a cui seguirà un colloquio individuale che verterà sulle motivazioni e le esperienze del curriculum vitae)
  • aver fatto richiesta di ammissione all’Associazione “Le Terre del Faro”

L’ammissione agli anni successivi avviene attraverso:

– ottemperanza alle norme di frequenza;
– valutazione positiva degli elaborati sui temi trattati nel corso dell’anno e sul tirocinio
– valutazione positiva sulla tesina annuale
La tesi alla fine del 3° anno sarà discussa  all’interno di una commissione.
Ottenuta una valutazione positiva in sede di esame verrà rilasciato un diploma attestante l’acquisizione delle competenze professionali; in particolare, il corso rilascia un documento attestante l’acquisizione della competenza professionale di Psicomotricista, valido su tutto il territorio europeo, che abilita alla professione e permette l’iscrizione ad un’associazione di categoria, secondo la Legge n. 4 del 14 gennaio 2013, “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”.

Norma di iscrizione

Le domande di iscrizione dovranno pervenire alla segreteria (segreteria@leterredelfaro.com) entro e non oltre il 15 dicembre. Alla domanda dovranno essere allegati:
– il curriculum vitae
– la documentazione dei titoli di studio conseguiti
– la ricevuta del versamento della quota d’iscrizione alla selezione di € 125,00,di cui € 100,00 verranno scalati alla prima rata della quota di frequenza
Entro il 30 settembre di ogni anno saranno valutati per l’ammissione al corso tutti i candidati.
Il candidato, ottenuta l’ammissione, dovrà versare ogni anno la quota pari ad € 25,00 per la tessera associativa e la prima rata della quota di frequenza, entro e non oltre la prima settimana di ottobre.

Quota di frequenza

La quota di frequenza ammonta a € 1.800 all’anno oltre ai 25€ di quota associativa.
Questa potrà essere versata:

  • in quattro rate trimestrali ( di € 450,00 cad., nei mesi di ottobre, gennaio, aprile e luglio)
  • oppure in 11 ratei mensili (€ 420,00 a ottobre; € 120,00 da novembre ad agosto)

La quota di iscrizione è comprensiva della copertura assicurativa R.C. e infortuni.

Dati per il bonifico

LE TERRE DEL FARO
Banca Prossima
Iban: IT14 N033 5901 6001 0000 0074667
Nella causale occorre indicare “Nome e Cognome, Iscrizione al 1°o 2°o 3° anno del corso triennale di Psicomotricità,  anno … sede di …”.
Per motivi amministrativi la segreteria non accetta versamenti in contanti.
Il corso sarà avviato solo con un numero minimo di 20 iscritti.
Il mancato avvio presuppone la restituzione delle quote fino a quel momento versate, a parte la quota associativa.

 

Corso Triennale
CONDIVIDI QUESTA PAGINA

La psicomotricità educativa può rivelarsi utile per tutti i bambini, perché migliora la fiducia in sé stessi e negli altri, oltre alla capacità di comunicare.

Iscriversi al workshop è molto semplice:

  • Compila il form sottostante e premi INVIA LA DOMANDA DI ISCRIZIONE
  • Attendi la mail di conferma di avvenuta iscrizione con indicato un numero di ordine
  • Al ricevimento della mail, effettua il versamento dell’intera quota sul conto corrente dell’Associazione, specificando, nella causale: il tema del workshop, nome e cognome del partecipante e numero di ordine
  • Dati per il bonifico:
    Le Terre del faro – Banca Prossima –
    IBAN: IT14N0335901600100000074667
  • Da ultimo, invia la distinta dell'avvenuto bonifico, all'indirizzo mail: segreteria@leterredelfaro.com
  • In caso di difficoltà è possibile contattare la segreteria ai recapiti:
    Tel. +39 370 3475237
    Email: segreteria@leterredelfaro.com

Dati per la fatturazione