Il Pedagogista clinico in azienda: un ambiente di lavoro efficace

 

L’azienda è formata da un insieme eterogeneo di individui che perseguono un comune obiettivo; è un ambiente vivo e fortemente dinamico, pertanto soggetto alla più ampia sfera di emozioni messe in campo nello sviluppo di un progetto: Speranza di successo, frustrazione, difficoltà di attuazione.

 

Il pedagogista clinico, attraverso l’osservazione diretta di contesto e clima, lo svolgimento di colloqui con i capi area e la raccolta di informazioni rilevanti (mediante questionari/lettere anonimi), può intervenire all’interno del circuito aziendale, rilevando eventuali disagi/conflitti e, incoraggiandone il superamento, stimolare lo sviluppo delle potenzialità della persona e del gruppo di lavoro.

 

Obiettivi:

  • Conciliare i ritmi dell’azienda con il benessere dei dipendenti, migliorando l’ambiente lavorativo.

  • Incoraggiare: Risorse personali, automotivazione, autorealizzazione, comunicazione, collaborazione e socializzazione; Favorendo relazioni professionali positive ed efficaci.

  • Spronare l’azienda e il singolo alla crescita professionale, attraverso corsi di formazione, attività di gruppo.

  • Aiutare i dipendenti a fare un bilancio delle proprie competenze e dei disagi avvertiti, così da migliorare il proprio rendimento e la propria salute psico-fisica.

 

Le tecniche che il terapeuta attuerà in azienda, scelte in base alle esigenze del settore lavorativo di interesse (ad esempio, le necessità dell’area commerciale potrebbero essere differenti rispetto a quelle dell’area amministrativa), riguarderanno lo stimolo dell’area energetico-affettiva, permettendo l’emergere di comportamenti positivi e mettendo in netta correlazione la soddisfazione dei dipendenti con il miglioramento dei risultati aziendali.

 

Esempi di possibile intervento:

  • Sportello Pedagogico-clinico: gestione dello stress e dei conflitti lavorativi, valorizzazione delle competenze, carrer counseling e riflessione individuale;

  • Incontri di gruppo con il Metodo Edumovment: promozione di una relazione e comunicazione efficace tra i membri di uno stesso settore, o ufficio, che non si conoscono, o tra cui non vi è un rapporto trasparente, favorendo una maggiore serenità;

  • Incontri di gruppo con il Metodo Reflecting: per favorire lo scambio tra capi settore, manager e dipendenti, in accoglimento dell’opinione del collega e nel rispetto del lavoro d’equipe;

  • Inter Art e Musicopedagogia (adatto a piccoli gruppi): per stimolare il rilascio delle tensioni, educare al problem solving e ad una gestione più equilibrata degli obblighi lavorativi;

  • Utilizzo di tecniche espressive (burattini, maschere, brain storming, philips 66, etc.): per individuare e gestire conflitti, anche tra le parti, maturando nuovi equilibri e nuovi modelli comunicativi;

  • Corsi di accoglienza del pubblico e di comunicazione: con intervento attivo nelle mansioni aziendali, per migliorare la qualità delle prestazioni degli operatori;

  • Corsi di aiuto nella gestione dello stress e Musicopedagogia: training induttivo di gruppo, fantasmagorie, esercizi di respirazione e presa di coscienza del sé corporeo, ascolto e riproduzione di suoni attraverso gli strumenti musicali, lavoro sulla respirazione con l’ascolto di melodie distensive o attivanti.