Consulenze pedagogiche

La consulenza pedagogica non dev’essere scambiata per un ausilio psicologico, essa infatti mira a fornire sostegno alla genitorialità attraverso la concreta applicazione di strategie pedagogico-educative all’interno della famiglia.

Accade non di rado che si creino problematiche e malintesi con le figure professionali che hanno un ruolo attivo nella vita del bambino (medici e insegnanti), per questo motivo il consulente pedagogico opera in modo imparziale, affiancando i genitori laddove il sistema li abbia resi diffidenti, frustrati e confusi.

Una consulenza pedagogica ottimale, attraverso un ascolto attivo, un’analisi clinica e la formulazione di interventi che considerino la peculiarità di ogni singolo caso, incoraggerà l’autonomia e l’efficacia educativa del genitore, consentendogli di abbassare le proprie difese e di maturare una relazione di fiducia con il mondo scolastico.

Aree di intervento

- Difficoltà educative famigliari e scolastiche (adattamento alle regole, problemi di comportamento, di apprendimento, di socializzazione, disabilità);
- Rapporti e collaborazioni con:  Servizi Sociali, Servizi Sanitari, Scuola;
- Riequilibrio della linea educativa genitoriale, anche nei casi di separazione.

Attività

- Colloquio conoscitivo con i genitori, in ascolto dei loro bisogni;
- Osservazione con il bambino a domicilio e/o in altri contesti, attraverso giochi di movimento, disegni e altri strumenti d’indagine non invasivi;
- Incontri con insegnanti e/o altri operatori socio-sanitari, al fine di realizzare un piano educativo individualizzato e integrato;
- Colloquio di restituzione ai genitori.

Costi

- € 30 per le visite in studio e zone limitrofe
- € 50 per le visite a domicilio entro Bologna.
Dopo il primo colloquio si deciderà in maniera partecipata come proseguire.